Mercoledì 24 Ottobre 2012

Enti, consulenze a raffica:
nel 2011 spesi oltre 11 milioni

Quasi 120 mila euro per la redazione del progetto di restauro di un ex convento, più di 81 mila euro per il recupero di una cascina, 62 mila euro per la predisposizione del piano di governo del territorio.

Verrebbe da dire, «Amministrazione pubblica ma quanto mi costi!». Ogni anno la macchina statale che comprende Comuni, Provincia, aziende ospedaliere, Asl, scuole, comunità montane, ordini professionali (insomma tutte le istituzioni che si finanziano con denaro pubblico) sborsa milioni e milioni di euro in incarichi e consulenze affidate a esperti e professionisti che non fanno parte del personale interno.

La Bergamasca nello scorso anno ha speso oltre 11 milioni di euro. numeri importanti che, comunque, non sono in grado di rappresentare il vero dato complessivo.

Perché sono molti gli enti che al 14 febbraio del 2012 (data dell'ultimo aggiornamento disponibile) non avevano comunicato le proprie uscite al ministero per la Pubblica amministrazione e la semplificazione.

Analizzando l'intero documento, quello che comprende cioè tutte le amministrazioni pubbliche orobiche troviamo gli Ospedali Riuniti di Bergamo (1.082.929,44 euro), l'azienda sanitaria locale (1.035.514,32 euro) e il Miur, il ministero dell'Istruzione, che comprende l'Ufficio scolastico, con 751.123,97 euro.

Tutto su L'Eco di Bergamo del 24 ottobre

r.clemente

© riproduzione riservata