Giovedì 18 Aprile 2013

Treviglio, napoletana in trasferta
Apriva conti con documenti falsi

Il sospetto è che quei conti correnti fossero destinati ad attività non proprio legali. L'ultimo tentativo di aprirne uno, in una banca di Treviglio, è costato l'arresto a una 41enne napoletana. Gli impiegati hanno capito che qualcosa non andava e hanno chiesto l'intervento dei carabinieri.

I militari hanno così accertato che i documenti presentati dalla donna erano tutti falsi: falsa la carta d'identità, taroccata anche la tessera sanitaria nella quale era indicato il codice fiscale.

La donna si era presentata agli sportelli con 700 euro in contanti, chiedendo di poter aprire un conto corrente. Qualcosa però è andato storto, e invece dei libretti di assegni la donna si è vista consegnare le manette.

Il sospetto è che tutta l'operazione sia stata preparata per aprire conti fittizi come prestanome di qualcuno. Dopo l'arresto, mercoledì, la donna è stata portata in tribunale per il processo con rito direttissimo.

r.clemente

© riproduzione riservata