Auto in un burrone per 30 metri
Tragedia sfiorata, salvi due giovani

Si è sfiorata la tragedia domenica 7 settembre a Gromo, lungo la strada che porta agli Spiazzi: il conducente di una Fiat Seicento ha perso il controllo dell’auto che è precipitata lungo il pendio capovolgendosi e arrestandosi contro due piante nel bosco.

Auto in un burrone per 30 metri Tragedia sfiorata, salvi due giovani
La Fiat Seicento finita nel burrone
(Foto di Giuliano Fronzi)

Si è sfiorata la tragedia domenica 7 settembre a Gromo, lungo la strada che porta agli Spiazzi: il conducente di una Fiat Seicento ha perso il controllo dell’auto che è precipitata lungo il pendio capovolgendosi e arrestandosi contro due piante nel bosco.

I due occupanti, due ragazzi di 18 e 16 anni, se la sono cavata fortunatamente con ferite leggere ma se la sono vista brutta perché l’incidente, spettacolare nella sua dinamica, avrebbe potuto avere conseguenze molto più gravi. I due giovani che ne sono stati protagonisti, ambedue di Stezzano, studenti e amici, possono ringraziare la loro buona stella e qualche santo protettore.

L’incidente è accaduto attorno alle 11,30 in via Spiazzi. A causa forse del cattivo funzionamento dei freni l’auto che, poco prima di una curva, stava compiendo la manovra per entrare in una piazzola, ha proseguito la sua corsa e, imboccando un tratto privo di barriera protettiva, è rotolata per una trentina di metri lungo il pendio ribaltandosi e finendo nel bosco sottostante.

Uno degli occupanti è stato proiettato fuori dal mezzo e non ha riportato ferite, tanto che i soccorritori lo hanno trovato sul ciglio della strada pressoché incolume. L’altro è rimasto intrappolato nell’abitacolo e si è ferito alla testa.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo dell’8 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA