Domenica 15 Giugno 2014

Colpito alla testa e abbandonato

È giallo fitto ad Azzano San Paolo

Giallo sabato sera ad Azzano San Paolo, dove un uomo è stato trovato a terra, gravemente ferito, dietro un’auto, nella zona di viale Industria.

La vittima di quella che dovrebbe essere stata un’aggressione - ma ancora non sono chiare le dinamiche dell’accaduto – è un bergamasco di 61 anni, ora ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII in prognosi riservata. Vi è arrivato trasportato dall’ambulanza, in stato di incoscienza, in tarda serata.

Non solo non sono ancora chiari i contorni dell’accaduto, ma resta anche l’incertezza sul tipo di ferita rilevata sull’uomo. Questi, infatti, è stato trovato incosciente, a terra, con una lesione alla nuca, dietro un orecchio. Lesione che potrebbe essere stata provocata da un corpo contundente, forse un crick.

L’allarme è scattato sabato sera poco dopo le 22, quando un passante si è accorto dell’uomo a terra, nella zona di viale Industrie, dietro il cimitero di Azzano. Il corpo era dietro un’auto e c’era sangue per terra.

Il passante, resosi conto della grave situazione, ha allertato il 112, il numero unico per le emergenze e sul posto, nel giro di poco tempo, sono arrivati i sanitari del 118, con un’auto medica e un’ambulanza.

Rapidi i soccorsi, con i sanitari che hanno cercato di fare il possibile per l’uomo, trovato in stato di incoscienza e apparso subito in gravi condizioni. Quando è arrivato al pronto soccorso del Papa Giovanni è stato ricoverato in prognosi riservata. Sul posto, ad Azzano, sono arrivati anche i carabinieri, che hanno immediatamente avviato le indagini per capire la dinamica dell’accaduto.

© riproduzione riservata