Martedì 17 Giugno 2014

Il procuratore generale Dell’Osso

«Il caso è praticamente chiuso»

«Ci troviamo davanti ad una situazione che ci fa dire che il caso è praticamente chiuso». Lo ha detto il procuratore generale di Brescia, che ha competenza anche su Bergamo, Pier Luigi Maria Dell’Osso, nel corso di una conferenza per fare il punto dopo il fermo di Massimo Giuseppe Bossetti, il presunto assassino di Yara.

«Non sappiamo se conoscesse direttamente la ragazzina» ha detto Dell’Osso che ha poi aggiunto «al momento non ci risulta che Bossetti sapesse di essere il figlio di Guerinoni». Inoltre, a proposito della polemica tra la Procura di Bergamo e il Ministro Alfano, il procuratore Dell’Osso ha affermato “dopo un lavoro lungo più di tre anni era difficile tenere sotto traccia una notizia così importante».

E sul pm Letizia Ruggeri, un pieno attestato di stima: «Tenacia ammirevole, senza mai batter ciglio di fronte alle critiche ingiuste subite a ogni pie’ sospinto».

© riproduzione riservata