Giovedì 03 Luglio 2014

Si schiantano 2 operai della Valtellina

Un morto, grave 41enne di Calcinate

L’incidente mortale sull’autostrada A21
(Foto by San Marco)

Stavano tornando dal lavoro, in un cantiere nel Piacentino, sull’autostrada A21 che collega Brescia all’A1, a bordo di un furgone della Valtellina spa. Forse a causa di un rallentamento improvviso, il veicolo è finito contro il tir che viaggiava davanti, in prima corsia. Il Fiat Doblò rosso è andato a schiantarsi sul retro dell’autoarticolato, incastrandosi nel paraurti posteriore del camion, che ha invaso la cabina del furgone.

Nell’impatto, violentissimo, è morto sul colpo il passeggero, mentre è rimasto ferito gravemente il conducente. Entrambi operai della Valtellina spa di Gorle, la vittima è Matteo Cristiano Zappella, 38 anni di Gorlago, mentre al volante c’era S. B., 41 anni nativo di Gorle e residente a Calcinate, ricoverato con ferite e traumi all’ospedale Poliambulanza di Brescia. Illeso l’autista del tir, un cittadino bielorusso.

La tragica notizia è arrivata poco dopo a Gorlago, dove Matteo viveva nel grande cascinale di famiglia nella zona della Bettola. Il 38enne, celibe, abitava con i genitori, mamma Bianca Pedrini e papà Giuseppe, mentre nel casale vivono anche il fratello Luca e i nonni materni. Matteo, appassionato di calcio, aveva giocato nella squadra del Gorlago fino a una decina di anni fa, come centrocampista.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 3 luglio

© riproduzione riservata