Domenica 29 Dicembre 2013

«Troppi incidenti per la velocità

Autovelox nella galleria Lovere»

Dissuasori all'uscita della galleria di Lovere
(Foto by Tarzia)

Un autovelox verrà installato nei prossimi mesi all’interno della galleria Lovere della statale 42. Lo ha annunciato sabato 28 dicembre Giovanni Guizzetti, sindaco di Lovere, dopo l’incidente stradale di venerdì sera in cui ha perso la vita Giuseppe Cominetti, cinquantacinquenne di Costa Volpino, conosciuto come «Beppe Fiat», per uno schianto avvenuto nell’altra galleria dell’alto Sebino, la «Costa Volpino».

«Il tratto di statale fra il confine con Pianico e l’uscita verso Rogno è troppo pericoloso - spiega Guizzetti -, tanto che da quando le due gallerie sono state definitivamente aperte ci sono stati troppi morti e la vittima di venerdì sera è solo l’ultima di una triste e lunga serie. Avevamo chiesto all’Anas di poter installare un rilevatore di velocità all’interno del tunnel Lovere dopo lo schianto del 26 ottobre 2012 (quando nel rettilineo tra Lovere e Pianico morirono i coniugi milanesi Libero Rossi e Anna Maria Grazia Barbieri, ndr) e ora l’iter burocratico e amministrativo è entrato nella fase complessiva. Purtroppo però dobbiamo aggiungere un altro automobilista all’elenco di quanti hanno già perso la vita in queste due gallerie».

Da Pianico a Rogno sono sei chilometri in tutto, ma chi li percorre ogni giorno sa bene quali sono i pericoli e i rischi di questi lunghi rettilinei e ampie curve che sembrano fatti apposta per accelerare e sorpassare. Eppure, basta alzare lo sguardo verso i guardrail per vedere lapidi, mazzi di fiori, croci, lunghe frenate sull’asfalto e pezzi di carrozzeria sparsi ovunque: dovrebbero consigliare prudenza, ma evidentemente non bastano.

© riproduzione riservata