Domenica 19 Gennaio 2014

Valbondione, si riapre alle 7

Di notte resta chiusa Foppolo

Valbondione visto dall'alto; in primo piano il grosso accumulo valanghivo della valle della Marsèla.
(Foto by Mirco Bonacorsi)

Prosegue il presidio da parte dei tecnici del Cnsas della VI Delegazione Orobica - Stazione di Valbondione per il monitoraggio della situazione di rischio lungo la strada provinciale che da Valbondione scende verso Bergamo.

Il tratto interessato - si legge in un comunicato del tardo pomeriggio di domenica - è quello che va dal km 49 al 51. Dopo la chiusura disposta sabato, nella giornata di domenica 19 gennaio la circolazione è avvenuta a senso unico alternato, con la supervisione del passaggio dei mezzi.

Sopra la strada ci sono alcuni canali che presentano un accumulo abbondante di neve e che potrebbero scaricare. Domenica mattina l’elicottero della Provincia di Bergamo ha effettuato un sopralluogo per valutare le condizioni ambientali e analizzare la situazione.

La strada è stata chiusa dalle 17 di domenica 19 gennaio alle 7 di lunedì mattina, in attesa di nuove disposizioni.

Il geologo Rota della Provincia di Bergamo ha effettuato un volo in elicottero intorno alle 10 del mattino, visionando dall’alto la zona della Valle Seriana, della Val di Scalve e della Valle Brembana.

A seguire una riunione presso la sede della Croce Blu di Gromo dove hanno partecipato i rappresentanti della Provincia di Bergamo, della Protezione Civile, membri del Comando prefettizio di Clusone, rappresentanti della Croce Blu e della polizia locale di tutto il territorio.

Decisi tre basi di monitoraggio: prima, a metà e dopo la zona a rischio valanga, monitoraggio che sarà garantito dai volontari della Croce Blu di Gromo, della Protezione civile di Clusone e Bergamo, del Soccorso alpino di Valbondione, dalle guardie ecologiche della Comunità Montana di Clusone, dalla polizia locale di Bergamo e dalla polizia urbana di Gandellino e Valbondione.

La situazione delle valanghe resta comunque critica:due delle tre sono scese, quella della Valle Antica e quella della valle che sovrasta la contrada Dossi, mentre resta un grosso cumulo di neve sulla Valle di Foga.

In Valle di Scalve: la strada che collega Vilminore a Schilpario resta chiusa all’altezza del torrente Manna, ma le auto possono transitare da Azzone. Chiusa ancora di notte la strada per Foppolo mentre continua il monitoraggio con l carreggiata aperta durante il giorno. Il prossimo aggiornamento è previsto nella mattina di lunedì con nuove verifiche della zona.

© riproduzione riservata