Lunedì 15 Marzo 2010

Atalanta, primo ritiro stagionale
Ci si gioca tutto contro il Livorno

Atalanta in ritiro per la prima volta nel corso dell'attuale campionato. La notizia è ufficiale e conferma il momento di estrema precarietà che sta vivendo la squadra nerazzurra, sempre a -4 dalla salvezza ma ora ultima in compagnia del Siena e con una partita in meno per rimontare.

I giocatori saranno in ritiro a Zingonia da martedì a domenica nella speranza di scovare la forza e la determinazione fondamentali per tentare la disperata rimonta. Il clamoroso ko casalingo della Lazio contro il Bari ha dimostrato che i biancazzurri sono nei guai fino al collo e che la loro superiorità tecnica sta venendo sopraffatta dai problemi di rendimento e psicologici. La loro crisi è reale e profonda.

Quattro punti non sono impossibili da recuperare, però l'Atalanta dovrà esprimersi con una cattiveria agonistica e un'efficacia sottoporta che da tempo non si scorge minimamente. Patrimonio che invece le sue rivali come Livorno e Siena stanno dimostrando di avere. Il tempo è ormai scaduto: o i nerazzurri si svegliano o è finita.

I prossimi due match casalinghi sono assolutamente fondamentali: domenica contro il Livorno e mercoledì 24 nel turno infrasettimanale contro il Cagliari urgono 6 punti, già 4 sarebbero un bottino insufficiente per mirare a quota 40. L'Atalanta deve vincere tutte le sei partite interne che le restano (Livorno, Cagliari, Siena, Fiorentina, Bologna e Palermo) per sperare di cavarsela considerato che le trasferte sono durissime (Juventus, Inter, Roma e Napoli).

I guai, però, non finiscono mai. Non bastava la squalifica di Tiribocchi, che era in diffida e si è fatto ingenuamente ammonire. Non bastava quella di Capelli, pure nel prossimo elenco dei «cattivi» del giudice sportivo. Dopo il gol del Parma è arrivato anche il cartellino rosso a Cristiano Doni, che ora rischia uno stop di minimo due giornate. Ma l'entità della squalifica dipenderà anche dalla gravità delle frasi rivolte all'arbitro: il fatto di essere capitano potrebbe oltretutto costituire un'aggravante.

Dunque formazione ancora da reinventare per Mutti, che domenica contro il Livorno dovrà proporre per forza Amoruso e Valdes in attacco (a meno di un rientro di Chevanton), con Padoin e Ferreira Pinto sugli esterni. Dopo la partita di Parma l'Atalanta usufruisce lunedì del consueto un giorno di riposo.

Questo il programma della settimana: martedì alle 15 la ripresa della preparazione, mercoledì doppia seduta (10 e 15), giovedì alle 15 amichevole a Zingonia contro una mista del settore giovanile, venerdì seduta pomeridiana e sabato mattina la rifinitura a porte chiuse. 

Si annuncia una settimana intensa, anche dal punto di vista emotivo. Si sa che i ritiri non sono amati dai calciatori, ma in una situazione come questa non c'è niente che si possa lasciare al caso.

Anche contro il Livorno si ripeterà l'iniziativa «invita un amico allo stadio»: maxi sconti per gli abbonati: prevendita dei biglietti dalle 16 di lunedì 15 nei consueti punti autorizzati.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata