Sabato 03 Marzo 2012

Udine: Di Natale contro Denis
Va in scena la sfida spettacolo

Un girone dopo rieccoci qua. Dopo il pareggio dell'andata, è tutto pronto per la rivincita tra Udinese e Atalanta, in programma domenica 4 marzo alle 15. Nella sfida di Bergamo si trovavano di fronte le migliori del momento, le più belle realtà del calcio alternativo alle grandi. Per il ritorno in terra friulana non è cambiato nulla.

Da una parte ci sarà infatti la squadra in grado di fare tremare le grandi, di giocare un gran calcio, con un progetto che mette al centro dell'attenzione i giovani e da cui molte grandi dovrebbero prendere esempio. Dall'altra una formazione guidata da un carro armato in campo (Denis) e uno in panchina (Colantuono), la sorpresa più bella di questa stagione. Ma soprattutto saranno di fronte due formazioni che cercano di fare un buon calcio, ed è per questo che i 90' si presentano già come una sfida spettacolare.

CASA ATALANTA In casa Atalanta il morale è alle stelle dopo la vittoria contro la Roma e per la striscia di quattro risultati utili consecutivi. L'euforia del momento, che ha messo in allarme mister Colantuono, è stata però messa in discussione dalle assenze di qualche pedina importante. Mancheranno Lucchini, Peluso e Maxi Moralez.

Il mister romano non ha ancora sciolto i dubbi riguardo il modulo: vista la disposizione dell'Udinese e i pochi difensori arruolabili potrebbe essere scelta una difesa a tre rispetto alla solita a quattro, che al momento appare ancora la favorita. Davanti a Consigli ci sarebbe già il primo ballottaggio tra Ferri e Raimondi, con il primo favorito; a sinistra il posto di Peluso verrà preso da Bellini, mentre al centro della difesa agirà ancora la coppia Manfredini-Stendardo.

A centrocampo l'unico dubbio riguarda il sostituto di Maxi Moralez e in questo caso il ballottaggio riguarda Carrozza e Bonaventura, con il mister romano pronto a rispolverare il giovane Jack, con Schelotto di nuovo titolare sulla destra. Nelle posizioni centrali del campo non si tocca niente: Brighi-Cigarini sarà la coppia di centrali, Denis-Marilungo quella d'attacco.

ULTIME DA UDINE In settimana sono stati molti i giocatori in giro per il mondo con le loro Nazionali e questo potrebbe essere uno dei pochi vantaggi per i nerazzurri. La novità riguarda l'attaccante che giocherà alle spalle di Di Natale. Floro Flores partirà dalla panchina per dare spazio a Fabbrini, mentre sulla sinistra ad Armero sarà concessa una giornata di riposo e al suo posto ci sarà Pasquale. Mancheranno Isla, Badu e Abdi.

Confermato il 3-5-1-1 in casa bianconera, con Handanovic, grande protagonista nel match d'andata terminato 0-0, alle spalle di una difesa composta da Benatia, Danilo e Domizzi. A centrocampo ci sarà la chiave del match, perché l'esperta coppia Brighi-Cigarini si troverà di fronte altri due che i campionati di serie A li masticano senza fatica, come Pinzi e Pazienza, che saranno aiutati da Fernandes, con Pasquale e Basta sulle corsie.

L'uomo in più nel settore nevralgico del campo potrebbe quindi convincere Colantuono a giocare con lo stesso schema, riproponendo così Carmona. Il tecnico atalantino è consapevole dell'importanza del match e per questo nella conferenza stampa non ha voluto sbilanciarsi. E l'esame di maturità, il tema scritto, la prima prova del mese di marzo. Chi ben comincia è a metà dell'opera.

I due probabili schieramenti
UDINESE (3-5-1-1): 1 Handanovic, 17 Benatia, 11 Domizzi, 5 Danilo; 8 Basta, 66 Pinzi, 4 Pazienza, 6 Fernandes, 26 Pasquale; 31 Fabbrini; 10 Di Natale. A disp 21 Padelli, 31 Ferronetti, 16 Coda, 20 Asamoah, 27 Armero, 9 Barreto, 83 Floro Flores. All. Guidolin.
ATALANTA (4-4-2): 47 Consigli; 32 Ferri, 2 Stendardo, 5 Manfredini, 6 Bellini; 7 Schelotto, 21 Cigarini, 33 Brighi, 10 Bonaventura; 89 Marilungo, 19 Denis. A disp.: 78 Frezzolini, 77 Raimondi, 44 Cazzola, 18 Carrozza, 17 Carmona, 28 Gabbiadini, 90 Tiribocchi. All. Colantuono.
Arbitro: Giannoccaro di Lecce (Preti-Segna/Ciampi).
In tv: Sky Calcio 2.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata