Sabato 01 Settembre 2012

Atalanta, missione sarda
per cancellare il ko all'esordio

Si gioca in Sardegna, e già questa è una notizia. Sembrerà strano, ma in un campionato orfano di diverse star del pallone, approdate a lidi più ricchi, non poteva mancare un caso all'italiana. L'Atalanta tenterà di rialzarsi contro il Cagliari dopo il ko dell'esordio. Appuntamento a Quartu Sant'Elena domenica sera 2 settembre alle 20,45 in uno stadio-cantiere dove non ci sarà il pubblico per motivi di sicurezza.

Si è conclusa così la telenovela che ha animato la settimana dei nerazzurri, con un occhio alla partita persa con la Lazio, uno al mercato e la mente proiettata alla sfida con i sardi. Nel presentare il match non si può tralasciare quanto successo. La società atalantina è stata pubblicamente ringraziata sul sito ufficiale di quella sarda, con il presidente Antonio Percassi definito uomo d'onore, «per l'ulteriore conferma di onorabilità e lealtà sportiva dimostrata con l'accettare, pur nell'estrema ristrettezza dei tempi, di disputare la gara con il Cagliari nel nuovo impianto di Is Arenas a Quartu».

Si giocherà a porte chiuse e quello che potrebbe diventare tra qualche mese una vera bolgia targata Cagliari, al momento sarà una cattedrale nel deserto, dove il fattore ambientale sarà così azzerato, a vantaggio della squadra di Colantuono.

In Sardegna vedremo un'Atalanta diversa rispetto a quella sconfitta all'esordio, ma non rivoluzionata. In difesa spazio alla vecchia guardia, se così vogliamo chiamarla, quella che ha guidato l'Atalanta nella scorsa stagione, con la coppia Stendardo-Manfredini al centro del reparto, mentre sugli esterni c'è ancora qualche dubbio con il ballottaggio Peluso-Brivio a sinistra e quello tra Matheu, ex di turno, e Bellini a destra.

Il grande ex del match è però Davide Biondini, che in terra sarda ha trascorso sei anni arrivando in Nazionale: il romagnolo farà ancora coppia a metà campo con Cigarini. Sulla fascia sinistra Colantuono arriverà sull'isola con un dubbio, visto che le quotazioni dell'australiano James Troisi sono in crescita e il «canguro» si giocherà il posto con Bonaventura, mentre a destra appare confermatissimo Schelotto.

L'attacco appare scontato, nonostante il nuovo arrivato De Luca, una giovane e scalpitante seconda punta, con i tifosi atalantini che attendono la prima rete stagionale di Denis, supportato da un già ispirato Maxi Moralez. Dopo una settimana complicata, passata a capire dove si sarebbe giocato il match e con la chiusura del mercato, non resta che iniziare il mese di settembre con un solo obiettivo: cancellare quel -2 in classifica nel deserto dell'Is Arenas, magari con un golletto di Denis, che a Bergamo inizia a mancare.

Simone Masper

I due probabili schieramenti
CAGLIARI (4-3-3): Agazzi; F. Pisano, Rossettini, Astori, Avelar; Dessena, Conti, Nainggolan; Thiago Ribeiro, Pinilla, Cossu. All. Ficcadenti.
ATALANTA (4-4-1-1): Consigli; Bellini, Stendardo, Manfredini, Brivio; Schelotto, Cigarini, Biondini, Bonaventura; Moralez; Denis. All. Colantuono.
Arbitro: Peruzzo di Schio.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata