Domenica 17 Febbraio 2013

L'Atalanta cade contro il Toro: 2-1
Ko all'87', ma la sconfitta è giusta

TORINO-ATALANTA 2-1
RETI: 42' pt Cerci, 30' st Denis su rigore, 42' st Birsa.

TORINO (4-2-4): Gillet 5,5; Darmian 7, Glik 6, Ogbonna 6, Masiello 6; Gazzi 6, Vives 6; Cerci 7,5, Barreto 6 (37' st Jonathas sv), Bianchi 7 (37' st Meggiorini sv), Stevanovic 5,5 (15' st Birsa 6,5). All. Ventura. In panchina: Coppola, Di Cesare, Rodriguez, Basha, Bakic, Brighi, Menga, Diop. 
ATALANTA (4-3-2-1)
: Consigli 6; Bellini 5,5 (22' st Scaloni 5), Stendardo 5,5, Canini 5,5, Del Grosso 5; Cazzola 6, Radovanovic 5,5 (1' st Livaja 6), Carmona 5,5; Brienza 5, Moralez 5 (36' st Giorgi sv); Denis 6. All. Colantuono. In panchina: Polito, Frezzolini, Lucchini, Contini, Brivio, Raimondi, Troisi, De Luca, Budan.
Arbitro: Bergonzi di Genova 6,5.
Note: spettatori 20 mila circa. Ammoniti Carmona, Del Grosso, Gillet e Cazzola. Corner 7-2 per il Torino. Recupero 0'+4'.

L'Atalanta è caduta in trasferta contro il Torino: 2-1 il risultato con rete decisiva di Birsa al 42' st. Il ko è maturato in zona Cesarini, ma i nerazzurri non possono recriminare molto perché l'unico tiro in porta è stato quello del momentaneo pareggio di Denis su rigore al 30' st.

Basta controllare la cronaca: i granata hanno segnato due reti e costruito due palle-gol limpide (con Barreto al 15' pt Barreto e 27' st) senza contare una discreta serie di azioni insidiose e le chance per triplicare nel recupero, l'Atalanta si è letteralmente fermata all'azione che ha prodotto il giusto rigore al 29' st (Livaja atterrato da Gillet su suggerimento di Denis).

E quando non si tira mai in porta al massimo si pareggia. Se si commettono errori in difesa (beccato contropiede sull'1-0 e Scaloni beffato da Birsa sul 2-1), è inevitabile perdere. Sconfitta dunque giusta, anche se non si può dimenticare che i bergamaschi erano in emergenza a centrocampo e soprattutto l'assenza di Cigarini si fa sentire pesantemente nella costruzione della manovra.

Esaurite le cattive notizie, diciamo che la giornata non è comunque da archiviare in modo disastroso: merito della vittoria del Cagliari a Pescara che consente all'Atalanta, sia pure superata dai sardi e piombata in 15ª posizione, di continuare a mantenere sei punti di margine sulla terz'ultima ed è il dato assolutamente di maggiore rilievo.

Se nel Torino c'è stato un grande Cerci e un volitivo Bianchi, nell'Atalanta non ha brillato nessuno. Abbiamo salvato Denis per il rigore trasformato (ma che Gillet stava per neutralizzare) e il suggerimento a Livaja nell'azione del penalty, a Livaja sempre per quell'azione pungente, a Cazzola - che ha retto a centrocampo - e a Consigli, incolpevole sui due gol e autore di qualche buon intervento.

Nella formula 4-3-2-1 i due rifinitori Moralez e Brienza sono stati totalmente improduttivi e la difesa non è stata protetta bene, ma non c'erano molte alternative per mister Colantuono. Non c'è da stare allegri nemmeno pensando al match di domenica al Comunale contro una Roma rivitalizzata. Per fortuna che ci sono i sei punti da gestire e tre squadre (Pescara, Palermo e Siena) che sembrano già con l'acqua alla gola.

Marco Sanfilippo

LA CRONACA
Atalanta in campo a Torino per la 6ª giornata di ritorno: i nerazzurri devono riscattare l'1-5 incassato all'andata contro i granata, ma sono in schieramento d'emergenza a centrocampo. Tre sorprese nella formazione di partenza (4-3-2-1): ci sono Bellini in difesa (Scaloni in panchina), Cazzola (preferito a Giorgi) a centrocampo e Moralez, e non Livaja, a supporto di Denis in attacco insieme a Brienza. Ricordiamo che non c'è il regista Cigarini, infortunato, mentre Bonaventura e Biondini sono squalificati. Nel Torino Vives e non Brighi a centrocampo e Stevanovic e non Birsa in attacco nel 4-2-4 di mister Ventura.

Primo tempo
15': grande assist di Bianchi per Barreto che si presenta solo davanti a Consigli ma conclude malissimo oltre la traversa.
20': Cerci converge da destra e la sua sassata costringe Consigli a una deviazione in corner.
28': bordata di Bianchi da sinistra, Consigli sventa la minaccia respingendo in angolo.
40': corner da destra di Cerci, Consigli esce a vuoto, ma Gazzi non riesce a incornare a rete.
42' GOL: Cerci, lanciato da una geniale apertura di Barreto, sorprende sulla destra la difesa atalantina, si avvicina all'area e con una splendida esecuzione a rientrare trafigge Consigli nell'angolino alla destra del portiere.
46': fine primo tempo, Torino-Atalanta 1-0.

Secondo tempo
1': entra Livaja per Radovanovic, il modulo atalantino diventa il 4-4-2 con Moralez e Brienza esterni e il tandem Livaja-Denis in attacco.
5': staffilata bassa di Bianchi da fuori area, la palla sfiora il palo alla destra di Consigli.
7': ammonito Carmona.
11': Consigli esce su Barreto, liberato da uno schema su calcio di punizione.
14': punizione di Denis e la palla colpisce il gomito di Cerci che si gira di spalle. L'argentino protesta vibratamente, ma non sembra un fallo da rigore.
15': entra Birsa per Stefanovic.
22': ammonito Del Grosso.
22': entra Scaloni per Bellini.
27': su corner da sinistra, colpo di testa di Bianchi, tocco di Ogbonna e Barreto scheggia la traversa con un destro quasi in acrobazia..
28': ammonito Cazzola.
29': Gillet atterra Livaja lanciato a rete sulla destra (suggerimento di Denis) e l'arbitro decreta il rigore ammonendo il portiere granata.
30' GOOOOL: Denis dal dischetto trasforma, anche se il portiere tocca il tiro con la mano sinistra.
36': entra Giorgi per Moralez.
37': entra Meggiorini per Bianchi.
37': entra Jonathas per Barreto.
42' GOL: traversone da destra di Darmian e deviazione a rete di Birsa, vanamente contrastato da Scaloni.
45': 4' di recupero.
46': cross da destra di Cerci e Jonathas stecca il 3-1 con una conclusione oscena.
48': cannonata di Cerci da lontano con respinta di Consigli.
50': fine partita, Torino-Atalanta 2-1.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata