Mercoledì 18 Dicembre 2013

Salta Gospel Ritmo Divino

Bresciani: «Non ci sono i soldi»

La locandina di «Gospel - Ritmo divino Xmas» di due anni fa

È una tradizione per la Bergamasca, ma quest’anno non sarà così: la rassegna «Gospel Ritmo Divino», festival di musica tradizionale afro-americana, chiude i battenti per motivi economici.

«Abbiamo capito che con non c’erano situazioni possibili, non abbiamo avuto riscontro alle proposte che abbiamo fatto agli interlocutori di sempre e ad altri nuovi», spiega Gigi Bresciani, direttore artistico della GeoMusic, l’agenzia che organizzava il cartellone. «Gli enti locali che partecipavano alla rassegna hanno risposto picche. La ragione può essere individuata nella difficoltà economica che i comuni attraversano in questo momento, ma anche in una scelta di necessità diverse. Gli sforzi di proporre un genere musicale attraverso i più autentici interpreti hanno fatto sì che la rassegna per tanti anni abbia portato nella nostra terra decine di corali e gruppi legati a doppio filo alla tradizione del gospel e dello spiritual. La stessa amministrazione provinciale compartecipava e sosteneva l’iniziativa anche economicamente. Stavolta non ha risposto all’appello».

Enti locali in crisi, amministrazione provinciale in attesa di conoscere destini prossimi, soldi che non ci sono: tutto ha contribuito a far sì che il «Ritmo Divino», almeno per quest’anno rimanga in sospeso. Peccato, perché la manifestazione in questione ha portato dalle nostre parti diverse realtà importanti del gospel e dei generi derivati, soul e rhythm & blues. Da venticinque a quindici concerti a edizione, secondo le annate. In cartellone quasi tutti gruppi legati al grande circuito americano della Chiesa Battista. Una realtà musicale e culturale che ha fatto nascere anche diverse corali locali che hanno imboccato la via del canto gospel & spiritual.

© riproduzione riservata