Meno Stato, più mercato Lo slogan ha fallito

Meno Stato, più mercato
Lo slogan ha fallito

«Si ricordi che il mercato, senza regole, è come il far west», mi ammonì alcuni decenni fa Piero Bassetti, una delle personalità più eminenti del nostro Paese. Uomo proveniente dal mondo imprenditoriale, che ha dedicato (e dedica) la sua operosa vita al tentativo di raccordare «Impresa e Stato», come si …

Meno Stato, più mercato
Lo slogan ha fallito

«Si ricordi che il mercato, senza regole, è come il far west», mi ammonì alcuni decenni fa Piero Bassetti, una delle personalità più eminenti del nostro Paese. Uomo proveniente dal mondo imprenditoriale, che ha dedicato (e dedica) la sua operosa vita al tentativo di raccordare «Impresa e Stato», come si intitola la prestigiosa rivista da lui fondata e diretta. L’osservazione calza perfettamente a proposito della vicenda che riguarda la società Autostrade per l’Italia, nuovamente sotto accusa per le paurose carenze di manutenzione delle arterie ad essa concesse in gestione dallo Stato. Dall’inchiesta emerge il desolante quadro di un’azienda i cui vertici erano interessati soltanto a massimizzare gli introiti, a distribuire dividendi ai propri azionisti, lucrando sui risparmi nelle manutenzioni. Con la conseguenza dei rischi che tali scelte comportavano per gli utenti. Non è esagerato concluderne che il crollo del ponte Morandi non sia altro che la punta di un iceberg; altri disastri erano e sono possibili, se non si avvia con celerità e rigore il ripristino di un assiduo controllo sull’intera rete autostradale.