Lavori in ditta, toccano il tubo del gas: scoppio, operaio ustionato

Grassobbio Infortunio venerdì 8 aprile alle 9,20 in una serigrafia di via Orio al Serio: un operaio di 26 anni è rimasto ferito al viso e a un braccio, portato all’ospedale Papa Giovanni XXIII. Sulle cause indaga Ats.

Lavori in ditta, toccano il tubo del gas: scoppio, operaio ustionato
La serigrafia di Grassobbio in cui si è verificato l’infortunio
(Foto di yuri colleoni)

Infortunio sul lavoro stamattina verso le 11,20 in un’azienda di Grassobbio che si occupa di serigrafia.

A causa di una perdita di acqua erano in corso lavori di manutenzione e ricerca del guasto nella tromba delle scale interne nella zona uffici. Durante le operazioni di ricerca è stata colpita e danneggiata la tubazione del gas che è fuoriuscitooriginando una fiammata che ha causato un principio di incendio. Il personale della ditta è intervenuto subito per spegnerlo. Verso la fine delle operazioni di spegnimento, quando per precauzione si stavano spostando alcuni rotoli di carta tecnica si è originata una seconda fiammata che ha investito il lavoratore che li stava trasportando.

Il dipendente, un giovane di 26 anni, ha riportato ustioni al volto ed al braccio, rimanendo sempre cosciente, ed è stato trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in codice giallo. Sono intervenuti poi i Vigili del Fuoco per il completamento dello spegnimento e la messa in sicurezza della zona interessata, oltre al personale tecnico del Servizio di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro di Ats Bergamo e le forze dell’ordine.

«Dai primi accertamenti - ha affermato Sergio Piazzolla, Responsabile Area Specialistica Igiene e Sicurezza del Lavoro, ATS Bergamo- le ustioni riportate dall’infortunato sembrano superficiali, e quando sarà possibile verrà sentito dai nostri tecnici per ricostruire meglio la dinamica. Il pronto intervento del personale della ditta ha permesso di circoscrivere il principio di incendio. In via generale va ricordato che nelle aziende la normativa prevede che in ogni momento di funzionamento deve essere presente un nucleo di personale appositamente formato attraverso corsi nel campo dell’antincendio, che intervenga a spegnere o quantomeno contenere un eventuale principio di incendio in attesa dei soccorsi istituzionali. Questo personale deve essere dotato dei dispositivi di protezione adatti ed avere a disposizione mezzi per l’estinzione adeguati e revisionati periodicamente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA