Scadenze e detrazioni nel 730: ecco il vademecum per la presentazione

Da sapere La dichiarazione dei redditi precompilata deve essere trasmessa entro il 30 settembre (modello 730), ma ci sono alcune particolarità cui prestare attenzione per non allungare eccessivamente i tempi di gestione delle pratiche, tra errori o dimenticanze.

Scadenze e detrazioni nel 730: ecco il vademecum per la presentazione
Una dichiarazione precompilata

Innanzitutto, per beneficiare della detrazione Irpef del 19% per determinate spese (tra cui quelle sanitarie, per l’istruzione, per gli addetti ai servizi alla persona/badanti, per gli interessi passivi del mutuo) dal 2020 è necessario fornire anche la prova del pagamento effettuato con modalità tracciabili, cioè con bonifico bancario o postale, bollettino postale, Mav, bancomat o carta di credito. Un’altra particolarità: i lavoratori che nel corso del 2021 hanno usufruito della cassa integrazione Covid ricevendo i pagamenti direttamente dall’Inps quest’anno hanno l’obbligo di presentare il modello 730.

© RIPRODUZIONE RISERVATA