La Corte Ue sui 219 lavoratori a Orio: «Ryanair versi i contributi a Inps e Inail»

La sentenza La Corte di Giustizia europea si è pronunciata sulla causa intentata da Inps e Inail contro Ryanair per il mancato versamento di contributi e premi. La compagnia rischia di pagare 4 milioni.

La Corte Ue sui 219 lavoratori a Orio: «Ryanair versi i contributi a Inps e Inail»
La vertenza riguarda 219 lavoratori Ryanair

La Corte di Giustizia europea si è pronunciata giovedì mattina sulla causa intentata da Inps e Inail contro Ryanair per il mancato versamento di contributi e premi da parte della compagnia aerea low-cost per 219 lavoratori di stanza all’aeroporto di Orio al Serio, dando ragione ai due Istituti e prospettando così l’obbligo di un pagamento milionario per il vettore irlandese. La sentenza è di quelle che potrebbero passare alla storia, creando un precedente in grado di fare giurisprudenza. La Corte con sede in Lussemburgo ha riconosciuto, in pratica, la validità della legge italiana per i 219 dipendenti di Ryanair dei quali era stata esaminata la posizione tra il 2006 e il 2010 per quanto riguarda l’Inps e tra il 2008 e il 2013 per quanto riguarda invece l’Inail (in questo caso per i rischi connessi al lavoro non aereo alla base di servizio di Orio).

© RIPRODUZIONE RISERVATA