Dal governo aiuti a 600mila bergamaschi: «Direzione giusta, ma non è sufficiente»

Decreto-bis Taglio del cuneo fiscale per gli stipendi e anticipo della rivalutazione delle pensioni fino a 35mila euro. Amboni (Cgil): «Sollievo, però provvedimento non risolutivo». Corna (Cisl): «Inflazione alta, ci si aspettava di più».

Dal governo aiuti a 600mila bergamaschi: «Direzione giusta, ma non è sufficiente»

Un aiuto dal governo che si traduce in una boccata d’ossigeno per circa 600mila bergamaschi, calcolando la platea di lavoratori e pensionati in provincia fino alla soglia reddituale dei 35mila euro annui. Il decreto Aiuti bis varato dal governo Draghi vale circa 17 miliardi, e tra gli aiuti alle famiglie per far fronte all’inflazione figurano due scelte che porteranno qualche euro in più a chi fatica a far quadrare i conti con l’aumento del costo della vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA