Sicurezza in stazione a Romano: «La sala d’attesa venga chiusa di notte»

Il Comune ha formalizzato la richiesta a Rfi per evitare il degrado e l’occupazione abusiva. Al via anche il progetto antispaccio nelle scuole

Sicurezza in stazione a Romano: «La sala d’attesa venga chiusa di notte»

Via al progetto «Scuole sicure» per contrastare lo spaccio nei pressi delle scuole e la richiesta ufficiale inviata a Rfi perché chiuda la sala d’attesa di notte per contrastarne il degrado e l’occupazione da parte di abusivi. Sono le due iniziative in tema di sicurezza presentate ieri mattina a Romano dal sindaco Sebastian Nicoli, che detiene la delega alla Sicurezza, e dal comandante della Polizia locale Arcangelo Di Nardo. Il Comune ha presentato un progetto per attività di prevenzione e contrasto dello spaccio nei pressi delle scuole che ha ricevuto un finanziamento di 15mila euro da parte del Ministero degli Interni tramite la Prefettura di Bergamo. Una parte di questo finanziamento servirà a pagare gli straordinari agli agenti di Polizia locale impegnati in 40 operazioni programmate di controllo nei pressi delle scuole cittadine fino al giugno prossimo. Con il resto del finanziamento verrà pagato l’utilizzo di un cane antidroga fornito e addestrato da una ditta specializzata e impiegato per una trentina di operazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA