L’addio a Luigi Casati, ucciso fuori di casa. Il parroco: «Da questa tragedia impariamo a essere più attenti agli altri»

L’addio In tantissimi a Treviglio hanno preso parte nella mattinata di mercoledì 4 maggio al funerale di Casati: la comunità stretta intorno al figlio Emanuele.

L’addio a Luigi Casati, ucciso fuori di casa. Il parroco: «Da questa tragedia impariamo a essere più attenti agli altri»
L’uscita del feretro di Luigi Casati nella chiesa di San Pietro a Treviglio
(Foto di Cesni)

«La vita, nostra e degli altri, non è un oggetto a nostra disposizione. La vita non è nelle nostre mani, ma in quelle di Dio! Dobbiamo tutti re-imparare il rispetto per ciò che è più sacro. Non possiamo accontentarci di una forte ma passeggera commozione quest’oggi. Facciamo sì che questo momento possa farci crescere almeno un po’. Impariamo ad essere un po’ più attenti gli uni degli altri. Impariamo ad alzare lo sguardo su coloro che il Signore ci ha messo accanto. A guardare i nostri famigliari, i nostri amici e parenti, i nostri vicini di casa con più serietà, con più attenzione ».

© RIPRODUZIONE RISERVATA