Omicidio Colleoni, i giudici: «Il figlio ha avuto l’occasione, i mezzi e il movente»

Dalmine Le motivazioni della sentenza con cui a dicembre hanno condannato in primo grado a 21 anni Francesco Colleoni, cuoco di 35 anni, accusato di aver ucciso il papà Franco, 68 anni il 20 gennaio 2021.

Omicidio Colleoni, i giudici: «Il figlio ha avuto l’occasione, i mezzi e il movente»
Forze dell’ordine e soccorritori a Brembo di Dalmine dopo il delitto
(Foto di Archivio)

«Il figlio Francesco ha avuto l’occasione, i mezzi e il movente (il rapporto da tempo logorato e la minaccia del licenziamento) per uccidere il proprio padre». Lo scrivono i giudici nelle motivazioni della sentenza con cui a dicembre hanno condannato in primo grado a 21 anni per omicidio volontario aggravato dal vincolo di parentela, Francesco Colleoni, cuoco di 35 anni, accusato di aver ucciso il papà Franco, 68 anni, titolare del ristorante «Il Carroccio» di Dalmine ed ex segretario provinciale della Lega, al culmine di una lite scoppiata il 2 gennaio 2021 all’interno del cortile del locale di famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA