Papa Francesco in udienza con i sindaci: «Prego per i bergamaschi»

Le parole di vicinanza del Pontefice nel saluto a Stefano Locatelli, vicesindaco di Chiuduno, tra i 120 amministratori arrivati in Vaticano da tutta Italia sabato 5 febbraio. Il messaggio ai primi cittadini: saper ascoltare e «partire dai poveri per servire il bene di tutti»

Papa Francesco in udienza con i sindaci: «Prego per i bergamaschi»
L’incontro di Papa Francesco con 120 sindaci italiani

Poche parole, scambiate nel tempo di una stretta di mano, ma che abbracciano una terra intera: «Nel salutare il Santo Padre gli ho detto che venivo dalla provincia di Bergamo, mi ha risposto “Prego per i bergamaschi”». Stefano Locatelli, vicesindaco di Chiuduno e vicepresidente nazionale dell’Anci, è ancora emozionato, di ritorno dall’incontro dei sindaci con Papa Francesco. Locatelli era nella delegazione di circa 120 amministratori presenti ieri all’udienza nella Sala Clementina. A guidare il gruppo il presidente dell’Associazione nazionale dei Comuni, Antonio Decaro, che nel suo intervento ha tra l’altro ricordato la paura che anche i sindaci hanno vissuto in prima persona di fronte alla pandemia, ringraziando il Santo Padre per la sua vicinanza e assicurando l’intenzione di «accompagnare il nostro Paese in questa rinascita, torneremo a vivere pienamente insieme ai nostri concittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA