Giovedì 10 Novembre 2011

Morengo, per rubare il rame
arriva una squadra di 10 persone

Come fosse per un grosso lavoro in un cantiere, per rubare il rame dal cimitero di Morengo è entrata in azione una vera e propria squadra di «operai»: ognuno col suo compito, ognuno con i suoi attrezzi. Ma alla banda è andata male: è stata messa in fuga.

Nonostante il cimitero di Morengo si trovi in una zona abbastanza isolata, nonostante ci fosse anche un po' di foschia a nascondere l'«assalto», qualcuno si è accorto di quella nutrita banda che trafficava attorno alle strutture. Così, intorno alle 23,30 di mercoledì, è stato dato l'allarme.

Su posto sono intervenuti i carabinieri e la vigilanza e i dieci complici sono stati costretti a scappare: si sono dileguati nei campi approfittando del buio. Un controllo effettuato dal Comune giovedì mattina ha permesso di accertare che avevano già in parte smontato le grondaie dell'ingresso del cimitero e il tetto di una cappella privata.

I carabinieri hanno recuperato gli attrezzi abbandonati sul posto: taglierini, pinze, tenaglie e cesoie potrebbero fornire indizi sugli autori del raid. I danni maggiori sono stati causati alle guaine, rovinate durante il tentativo di asportare le grondaie.

r.clemente

© riproduzione riservata