Sabato 19 Gennaio 2013

Maroni: «La Lega è ancora viva
e deve dire grazie a Bergamo»

«Lo scorso anno la Lega Nord, durante il periodo delle inchieste, proprio nel suo momento più difficile, non è scomparsa, non è implosa grazie a Bergamo: è qui, che con grande passione e coraggio, è stata organizzata la serata dell'orgoglio leghista».

Il riconoscimento ai militanti bergamaschi del Carroccio è arrivato ieri sera da Roberto Maroni, candidato alla presidenza della Regione per la Lega Nord e il Pdl, in occasione della presentazione al Centro congressi Giovanni XXIII, in una sala gremita di persone, del suo libro «Il mio Nord - Il sogno dei nuovi barbari» (edito da Sperling & Kupfer) scritto con Carlo Brambilla presente all'incontro.

Durante la serata, moderata da Giorgio Gandola, direttore de L'Eco di Bergamo, l'esponente del Carroccio, ha ricordato che «quell'incontro è stato il segnale che potevamo farcela. Abbiamo girato pagina per merito dei militanti. Lì si sono create le condizioni per l'aggiornamento del nostro programma».

E il libro, è stato sottolineato da più parti, rappresenta il manifesto e il programma della nuova Lega. «Per me - ha sottolineato Maroni -, federalista convinto, essere governatore della propria terra vale più di mille ministeri. Se vinciamo facciamo l'euroregione del Nord».

L'obiettivo, ha sottolineato Maroni, è che «la Lega diventi il primo partito del Nord: vinciamo in Lombardia e costruiamo il grande Nord. È una fase nuova: “Prima il Nord” significa qui si gioca la sfida vera, che diventiamo padroni a casa nostra e da qui guidiamo il cambiamento».

L'esponente leghista ha inaugurato il «Maroni point» di via Corridoni 56 e ha presentato i candidati bergamaschi della lista civica «Maroni presidente». «È una lista civica vera - ha affermato Maroni - e rappresenta uno dei pilastri fondamentali per costruire questo progetto di governo della Lombardia».

La lista è composta da Lara MagoniVanessa PesentiMonica Vescovi, Silvia RaimondiFranco Mapelli, Gianluigi StangaFloriano Amidoni, Luca Mangili ed Emmanuele Marziali

Leggi di più su L'Eco di sabato 19 gennaio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata