Stragi del sabato battaglia da vincere sui banchi di scuola

Stragi del sabato
battaglia da vincere
sui banchi di scuola

Di stragi del sabato sera avevamo cominciato a parlare alla fine degli anni Ottanta, quando la stampa, dopo aver messo in fila la serie di incidenti stradali mortali che si verificava ogni weekend, aveva concluso che quello delle morti dei giovani il sabato sera era una vera e propria calamità ...

Stragi del sabato
battaglia da vincere
sui banchi di scuola

Di stragi del sabato sera avevamo cominciato a parlare alla fine degli anni Ottanta, quando la stampa, dopo aver messo in fila la serie di incidenti stradali mortali che si verificava ogni weekend, aveva concluso che quello delle morti dei giovani il sabato sera era una vera e propria calamità. Uno stillicidio settimanale che aveva diverse concause: l’alcol, le droghe, l’insofferenza al codice stradale di molti giovani, i decibel a tutto volume, la voglia di trasgressione sulle strade. Grazie all’operato delle forze dell’ordine e dei corpi di polizia locale, unite a veri e propri piani di emergenza degli enti locali, al piano di riduzioni delle morti in strada dell’Unione europea e a una legislazione inasprita fino ad introdurre l’omicidio stradale, il fenomeno sembrava essere debellato.