Se il virus investe gli Stati poveri

Se il virus investe
gli Stati poveri

La rivista scientifica «The Lancet» ha lanciato l’allarme: la prossima ondata di coronavirus si abbatterà su Africa e America Latina, continenti nei quali il sistema sanitario è molto fragile, con poche decine o centinaia di ventilatori polmonari e molti ospedali privi delle terapie di base, come l’ossigeno. I più colpiti, …

Se il virus investe
gli Stati poveri

La rivista scientifica «The Lancet» ha lanciato l’allarme: la prossima ondata di coronavirus si abbatterà su Africa e America Latina, continenti nei quali il sistema sanitario è molto fragile, con poche decine o centinaia di ventilatori polmonari e molti ospedali privi delle terapie di base, come l’ossigeno. I più colpiti, in luoghi dove le disparità economiche sono smaccate, saranno gli strati più poveri della popolazione. In Italia si era temuto che la pandemia sarebbe stata portata dagli africani che arrivano sulle nostre coste – dove peraltro vige un rigido sistema di controlli della salute – e invece il paziente zero in Africa è un italiano sbarcato il 28 febbraio scorso a Lagos, in Nigeria.