Famiglia e pari opportunità, la ministra Bonetti: «Bergamo, un modello  nazionale»
La ministra Elena Bonetti e il rettore Remo Morzenti Pellegrini

Famiglia e pari opportunità, la ministra Bonetti: «Bergamo, un modello nazionale»

Firmata la convenzione tra Università, Provincia e Agenzia di tutela della salute per favorire la parità di genere e la famiglia.

Giornata densa di significato quella di oggi, venerdì 24 settembre 2021, per l’Università degli studi di Bergamo: presso la sede di S. Agostino è stato presentato il primo Bilancio di Genere di Ateneo alla presenza della Ministra per le Pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, ed è stato firmato l’accordo quadro con Ats e Provincia di Bergamo per la valorizzazione e il sostegno della famiglia.

I dati più significativi del primo Bilancio di Genere di UniBg, redatto sulle linee guida Crui al fine di contrastare le discriminazioni e promuovere l’uguaglianza di genere in Ateneo indicano il divario più importante tra il personale tecnico e amministrativo (75% donne) e alla direzione dei dipartimenti (71% donne), in aumento il numero di studentesse (+28,8%) rispetto agli studenti (+20,9%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA