Monopattini, linea dura in città: multe più alte e fermo del mezzo

Monopattini, linea dura in città: multe più alte e fermo del mezzo

Palafrizzoni, l’assessore Gandi sta valutando le azioni per fermare l’uso indisciplinato sui marciapiedi. E per via Paglia si sta pensando ai dissuasori.

Linea dura di Palazzo Frizzoni contro i guidatori di monopattini che sfrecciano sui marciapiedi, rischiando di travolgere i pedoni. Sono due le ipotesi di lavoro su cui sta lavorando l’assessore alla Sicurezza Sergio Gandi con la Polizia locale: alzare le sanzioni dagli attuali 50 a 200 euro (il massimo previsto per legge) e prevedere (in aggiunta alla sanzione pecuniaria) il fermo temporaneo del mezzo. Nel caso in cui la contravvenzione al Codice della strada avvenga su un monopattino in sharing, sarà la società che gestisce il servizio di noleggio a inibire (temporaneamente) l’utilizzo all’utente, tramite la App. L’amministrazione annuncia inoltre «l’intensificazione dei controlli» e rende noti gli esiti dell’attività della Polizia locale: nel 2020 sono state 161 le sanzioni nei confronti dei monopattini, 46 nei primi quattro mesi del 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA