«Il sorriso di Carlo a 6 mesi dal dramma in cui rischiò la vita»

La storia A Brembate ha compiuto 33 anni. Il 7 novembre fu picchiato brutalmente e finì in coma. La fidanzata: «Il percorso è ancora lungo, ma lui è qui».

«Il sorriso di Carlo a 6 mesi dal dramma in cui rischiò la vita»
Carlo Ferrandi con la fidanzata

«Guarda quello lì come mi ha conciato: per colpa sua non riesco più a vivere una vita normale». Carlo Ferrandi lo ripete un po’ come un mantra, specie quando non riesce più a portare a termine alcune banali faccende come prima. E il «prima» per questo bergamasco di Brembate che proprio ieri ha compiuto 33 anni vuol dire fino ai minuti precedenti di quanto avvenuto quella notte del 7 novembre scorso, quando venne brutalmente aggredito all’esterno della discoteca Number One di Corte Franca, nel Bresciano , finendo in coma e riportando gravi lesioni cerebrali, delle quali ancora oggi – sono passati giusto 6 mesi – porta ancora le conseguenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA