Napoli
Tutti arbitri e in campo  nessuno

Tutti arbitri
e in campo
nessuno

Dulce et decorum est pro patria mori. È dolce e bello morire per la patria. Altri tempi quelli di Orazio. Non solo i politici, anche i poeti sentivano allora
il dovere morale di sollecitare i propri concittadini a vivere da eroi per la salvezza della patria. Lasciamo perdere gli eroi. …

Tutti arbitri
e in campo
nessuno

Dulce et decorum est pro patria mori. È dolce e bello morire per la patria. Altri tempi quelli di Orazio. Non solo i politici, anche i poeti sentivano allora
il dovere morale di sollecitare i propri concittadini a vivere da eroi per la salvezza della patria. Lasciamo perdere gli eroi. L’Italia del XXI secolo non è un Paese (fortunatamente) per eroi. Le basterebbe trovare persone degne che accettino, più modestamente, di candidarsi ad amministrare le loro piccole patrie: i Comuni. Richiesta che cade per lo più nel vuoto, a giudicare dalla difficoltà che i partiti incontrano a proporre dei nomi autorevoli alla guida delle città, delle grandi in particolare, compresa la Capitale.

Precedente Successivo