Sabato 15 Marzo 2014

Sacbo, i soci lo riconfermano

Radici fa il bis alla presidenza

Miro Radici

Miro Radici decolla verso il bis alla presidenza di Sacbo, la società che gestisce l’aeroporto di Orio al Serio. L’imprenditore ha difatti il pieno appoggio del Patto di sindacato che raggruppa i soci bergamaschi: insieme detengono il 69,02% delle quote. Il rimanente 30,98 è della milanese Sea, che di solito ritiene la presidenza una questione tutta made in Bg. E che quindi non dovrebbe opporre obiezioni di sorta alla scelta bergamasca.

Il via libera è arrivato venerdì 14 marzo nell’incontro in Confindustria, sede tradizionale del Patto di sindacato: per Ubi Banca (17,9% delle quote) erano presenti il presidente del Consiglio di sorveglianza Andrea Moltrasio ed Emilio Zanetti, vicepresidente Sacbo, per il Comune (13,8%) il sindaco Franco Tentorio, per la Provincia (13,2%) il presidente Ettore Pirovano, per la Camera di Commercio (13,2) il presidente Paolo Malvestiti, per Italcementi (3,2%) il vicepresidente Pierfranco Barabani e per Confindustria (0,59%) il presidente Ercole Galizzi.

Il Credito Bergamasco, che detiene il 6,9% delle quote di Sacbo era invece rappresentato dal direttore generale Bruno Pezzoni, vista l’assenza del presidente Cesare Zonca. Voluta. «Sulla base delle esperienze passate, dissentivo sul metodo», il suo commento.

Radici si avvia così verso il suo secondo mandato, dopo quello cominciato nel 2011: tutto si compirà in occasione dell’assemblea dei soci (presumibilmente nei primi giorni di maggio) che dovrà altresì approvare il bilancio 2013, atteso martedì dal Cda di Sacbo. I soci bergamaschi hanno altresì confermato al presidente Radici la propria intenzione di continuare nella battaglia su Montichiari.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo di sabato 15 marzo

© riproduzione riservata