Le violenze in Irlanda tra la Brexit e la storia

Le violenze in Irlanda
tra la Brexit e la storia

«L’unica incertezza che rimane è: quanto sarà intensa la violenza?». La frase compare nel capitolo iniziale di una ricerca condotta, più di un anno fa, dal senatore irlandese Mark Daly con Pat Dolan e Mark Brennan, sulla base di una tesi assai precisa: ristabilire un confine fisico tra Repubblica d’Irlanda …

Le violenze in Irlanda
tra la Brexit e la storia

«L’unica incertezza che rimane è: quanto sarà intensa la violenza?». La frase compare nel capitolo iniziale di una ricerca condotta, più di un anno fa, dal senatore irlandese Mark Daly con Pat Dolan e Mark Brennan, sulla base di una tesi assai precisa: ristabilire un confine fisico tra Repubblica d’Irlanda e Irlanda del Nord, come sarebbe «necessario» in seguito all’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, provocherebbe un ritorno alla violenza imprevedibile nelle proporzioni ma certo. Ed è esattamente ciò che da una settimana sta succedendo, tra scontri di piazza, incendi, battaglie a colpi di pietre e di molotov, nella capitale nordirlandese Belfast e nella città-simbolo di Londonderry, quella che i cattolici chiamano solo Derry per negare qualunque legame tra l’isola e il Governo inglese.