La fuga di notizie uno stop fa giustizia

La fuga di notizie
uno stop fa giustizia

L’iniziativa è clamorosa, non avendo precedenti almeno in tempi recenti. Il neo procuratore di Perugia (si è insediato tre mesi fa) Raffaele Cantone ha deciso di interrompere momentaneamente l’inchiesta sull’esame di italiano all’Università per stranieri di Perugia del calciatore Luis Alberto Suarez e di riprogrammare le attività investigative affinché si …

La fuga di notizie
uno stop fa giustizia

L’iniziativa è clamorosa, non avendo precedenti almeno in tempi recenti. Il neo procuratore di Perugia (si è insediato tre mesi fa) Raffaele Cantone ha deciso di interrompere momentaneamente l’inchiesta sull’esame di italiano all’Università per stranieri di Perugia del calciatore Luis Alberto Suarez e di riprogrammare le attività investigative affinché si svolgano con la garanzia della riservatezza. Un messaggio rivolto a tutti gli inquirenti e agli ufficiali di polizia giudiziaria che lavorano con e nella Procura. «Non lascerò che questo caso diventi uno show giudiziario – ha avvertito Cantone –. Altre fughe di notizie non saranno tollerate». La presa di posizione ci ricorda che ci sono carte delle inchieste e intercettazioni coperte dal segreto istruttorio, la cui pubblicazione costituisce un reato, previsto dall’articolo 326 del codice penale (rivelazione e utilizzazione di segreti di ufficio): ma il cronista se la cava pagando una piccola ammenda.