Solidarietà al contrario nel piano migranti

Solidarietà al contrario
nel piano migranti

Ricorre per ben 22 volte la parola «solidarietà» nella comunicazione delle nuove regole europee in materia di immigrazione presentate martedì da Ursula von der Leyen e dalla commissaria Ue agli Affari interni Ylva Johannson. Ma si tratta di un inganno verbale: la solidarietà infatti non è intesa nei confronti di …

Solidarietà al contrario
nel piano migranti

Ricorre per ben 22 volte la parola «solidarietà» nella comunicazione delle nuove regole europee in materia di immigrazione presentate martedì da Ursula von der Leyen e dalla commissaria Ue agli Affari interni Ylva Johannson. Ma si tratta di un inganno verbale: la solidarietà infatti non è intesa nei confronti di chi arriva nel nostro continente, bensì tra gli Stati chiamati più che ad accogliere a gestire insieme i respingimenti. C’era grande attesa per la svolta annunciata da Ursula von der Leyen, che nei giorni precedenti aveva parlato di un superamento del Trattato di Dublino: un trattato che ha rappresentato fin ad ora un perfetto alibi per scaricare sui Paesi mediterranei, cioè sui Paesi di arrivo, tutto il peso dei flussi migratori.

La manina di Google

La manina di Google

Geniale, friendly, ispira il sorriso. Sono tutti positivi i commenti del nuovo logo di Google che ciascuno di noi in questi giorni apprezza ad …