Cominciamo bene
Da evitare che i ko inneschino il tarlo  della paura

Da evitare che i ko
inneschino il tarlo
della paura

La sconfitta con la Sampdoria brucia ancor più di quella in casa della Fiorentina di sette giorni prima. Questa volta si è avuta per quasi tutta la partita la sensazione che il gol stesse veramente maturando, come diciamo dalle nostre parti. Due legni (Zapata e Gomez), le parate di Audero (poche ma decisive), che ci ha messo piede e mani, il difensore che intercetta il tiro a botta sicura (Murru su Zapata)... Ma soprattutto un’Atalanta che non ha smesso di spingere per tutto l’incontro, tenendo lontani il più possibile i blucerchiati dalla porta di Gollini.