Paura dei vaccini Il ruolo dei medici

Paura dei vaccini
Il ruolo dei medici

«Vi guarisco ma poi vi ricuso» è lo sfogo del medico di famiglia di Recanati esasperato da alcuni suoi pazienti no-vax. Si può arrivare a tanto? Ma soprattutto cosa c’è che non va nella relazione tra medico e paziente? Dai tempi di Ippocrate, medico greco del quinto secolo avanti Cristo, …

Paura dei vaccini
Il ruolo dei medici

«Vi guarisco ma poi vi ricuso» è lo sfogo del medico di famiglia di Recanati esasperato da alcuni suoi pazienti no-vax. Si può arrivare a tanto? Ma soprattutto cosa c’è che non va nella relazione tra medico e paziente? Dai tempi di Ippocrate, medico greco del quinto secolo avanti Cristo, il medico è una persona competente e virtuosa che usa l’arte medica per «aiutare e non danneggiare» i suoi pazienti, così scrive - neanche a farlo apposta - nel primo libro delle Epidemie. Quello che legava il medico al paziente nell’antichità, non era tanto la professionalità, quanto «un’amicizia» che nasce nel momento in cui si vuole raggiungere insieme un bene, come quello della salute. La salute dell’organismo si ottiene con l’applicazione delle competenze tecniche e le conoscenze scientifiche della medicina in tutte le sue valenze: diagnosi, terapia, contenimento delle patologie, miglioramento dei sintomi e prevenzione, come nel caso delle vaccinazioni.