Telefonate nel vento per alleviare il dolore

Telefonate nel vento
per alleviare il dolore

«C’è questa cabina telefonica in mezzo a un giardino, su una collina isolata dal resto. Il telefono non è collegato ma le voci le porta via il vento». A Bell Gardia, nel Nord Est del Giappone, affacciato sulla baia di Otsuchi, esiste davvero il luogo di cui parla Laura Imai ...

Telefonate nel vento
per alleviare il dolore

«C’è questa cabina telefonica in mezzo a un giardino, su una collina isolata dal resto. Il telefono non è collegato ma le voci le porta via il vento». A Bell Gardia, nel Nord Est del Giappone, affacciato sulla baia di Otsuchi, esiste davvero il luogo di cui parla Laura Imai Messina - scrittrice italiana che vive a Tokyo - nel romanzo «Quel che affidiamo al vento» (Piemme).

Ripensare  al kimono

Ripensare
al kimono

Berenike, brand bergamasco, e Tamayo Horiuchi, fotografa giapponese conosciuta in ambito internazionale, organizzano sabato 5 ottobre dalle 18 un evento presso l’atelier Artificio di ...