La parabola dei 5 Stelle Un destino segnato

La parabola dei 5 Stelle
Un destino segnato

In qualsiasi modo si risolva la crisi, che resti in carica il governo Conte o se ne insedi uno nuovo, «di scopo» o «di garanzia elettorale», che Salvini riesca ad ottenere la convocazione delle urne in tempi ravvicinati o che invece Grillo riesca a scongiurare la fine della legislatura salvando ...

La parabola dei 5 Stelle
Un destino segnato

In qualsiasi modo si risolva la crisi, che resti in carica il governo Conte o se ne insedi uno nuovo, «di scopo» o «di garanzia elettorale», che Salvini riesca ad ottenere la convocazione delle urne in tempi ravvicinati o che invece Grillo riesca a scongiurare la fine della legislatura salvando così il Paese da «psiconani, ballerine e ministri propaganda» (fino a ieri suoi alleati), è venuto per i 5 Stelle il tempo dei bilanci. Bilanci che non possono che chiudersi in profondo rosso. Rosso nei sondaggi: meno 50% rispetto ad un anno fa. Rosso nella credibilità: traditi i punti cardine del programma elettorale. Rosso sul fronte della classe dirigente: improvvisata e impreparata. Rosso infine sul punto cruciale di una forza politica propostasi come alternativa al sistema, l’identità: persa per strada.