Zaki, la politica batte un colpo

Zaki, la politica
batte un colpo

La privazione forzata e totale della libertà è la condizione esistenziale peggiore alla quale una persona possa essere sottoposta. La prigionia è la forma più grave di questo occultamento, difficile da sopportare quando si è colpevoli, inaccettabile quando non si ha compiuto alcun reato. Patrick Zaki, cristiano ortodosso copto, 28 …

Zaki, la politica
batte un colpo

La privazione forzata e totale della libertà è la condizione esistenziale peggiore alla quale una persona possa essere sottoposta. La prigionia è la forma più grave di questo occultamento, difficile da sopportare quando si è colpevoli, inaccettabile quando non si ha compiuto alcun reato. Patrick Zaki, cristiano ortodosso copto, 28 anni, ricercatore egiziano dell’Università di Bologna, è detenuto dal 7 febbraio 2020 in una delle peggiori carceri del suo Paese con le accuse mai dimostrate di minaccia alla sicurezza nazionale, incitamento alle proteste illegali, sovversione, diffusione di false notizie, propaganda per il terrorismo, tutto tramite un post su Facebook che non sarebbe nemmeno partito dal suo indirizzo. Rischia 25 anni di reclusione. Ogni 45 giorni si tiene al Cairo un’udienza per decidere del destino di Patrick e puntualmente i giudici prorogano la carcerazione. Una tortura psicologica.

Se il caso Regeni diventa europeo

Se il caso Regeni
diventa europeo

Nel quinto anniversario (ieri) della scomparsa di Giulio Regeni, si sono registrate tre importanti novità sul delitto irrisolto del ventottenne dottorando dell’Università di Cambridge. …
Europa disunita

Europa disunita

Il Supermarket Europa è sempre aperto. Business as usual, come stava scritto sulla porta di un negozio da barbiere nella Londra bombardata dai tedeschi. …