L’«angelo» dei malati di coronavirus Val Cavallina, il grazie al dottor Longaretti

L’«angelo» dei malati di coronavirus
Val Cavallina, il grazie al dottor Longaretti

Nel mezzo della più grande catastrofe dal dopoguerra a oggi, i cittadini vedevano la valigetta del medico condotto e, all’inizio, quando le protezioni mancavano, pure la maschera da verniciatore che aveva recuperato, percorrere senza fine le strade dei paesi.

L’«angelo» dei malati di coronavirus
Val Cavallina, il grazie al dottor Longaretti

Nel mezzo della più grande catastrofe dal dopoguerra a oggi, i cittadini vedevano la valigetta del medico condotto e, all’inizio, quando le protezioni mancavano, pure la maschera da verniciatore che aveva recuperato, percorrere senza fine le strade dei paesi.