Alla Fara movida fuori controllo: risse e assembramenti nel primo weekend senza coprifuoco
METEO In collaborazione con 3BMeteo
La meraviglia delle cascate Foto del Giorno La meraviglia delle cascate

Cura Draghi, i partiti
in pressing e sparigliati

di Franco Cattaneo
Cura Draghi, i partiti in pressing e sparigliati

Per ora paiono punture di spillo, niente che assomigli a una guerriglia pur a bassa intensità. Nessuno in realtà intende mettersi di traverso a Draghi: quattro mesi di governo gestiti secondo la formula del «rischio calcolato», con un premier che ha beneficiato anche del recente vertice con Biden. La missione continua e la proroga dello stato d’emergenza, al di là della questione sanitaria, è anche un voler ricordare ai partiti della maggioranza che le ragioni fondative del governo (vaccini e riforme) restano in campo, semmai vanno rafforzate: il fatto in sé non è a margine, perché riafferma il vincolo di mandato ricevuto dal presidente Mattarella. Fra un mese e mezzo, però, si entra nel semestre bianco e in autunno si vota nelle grandi città: due passaggi in cui la pressione dei partiti potrebbe aumentare, scaricando sul governo le controversie interne. Al premier basteranno il pilota automatico e la pax draghiana? E fin dove si può spingere la linea rossa degli alleati-avversari, cioè la soglia ultima dei loro contrasti oltre la quale scatta l’allarme?

La tv del dolore
ha superato ogni limite

di Andrea Valesini
La tv del dolore ha superato ogni limite

Appena 54 secondi, ma è un pugno nello stomaco. Il video che ritrae gli ultimi istanti del viaggio della funivia del Mottarone (fino allo schianto a terra) e di vita di 14 dei suoi 15 passeggeri è andato in scena in tv, con sovrapposta in un angolo la scritta «Esclusiva Tg3», firma dello scoop e ostentazione dell’orgoglio. Poi quel macabro documento è finito su altri media e sui social, visto da milioni di persone. A giustificare la messa in onda si è ricorsi al solito, ipocrita e pigro «diritto di cronaca». Ma quel diritto se non è accompagnato dal dovere di rispettare le persone e di non esporle al pubblico almeno in punto di morte, apre alla barbarie. Un limite invalicabile ormai invece superato. Nemmeno i parenti delle vittime del Mottarone avevano ancora visionato il video. È strano che uno scrittore sensibile come Ferdinando Camon difenda la diffusione delle terrificanti immagini perché «la verità non va nascosta».

«Da 20 anni sull’isola di Roatán
Barriera corallina e Mar caraibico»

di Andrea Taietti
«Da 20 anni sull’isola di Roatán Barriera corallina e Mar caraibico»

«E pensare che fino a 18 anni il posto più lontano dove ero stato era Milano o a Bergamo a vedere l’Atalanta. Avevo paura a muovermi». Andrea Brignoli, 59 anni, originario di Carobbio Degli Angeli, frazione Santo Stefano degli Angeli, se ci ripensa ancora non ci crede che non solo è una vita che viaggia in tutto il mondo per lavoro ma che addirittura da ottobre 2001 vive in Honduras. «Da piccolo ho sempre avuto curiosità per le parti elettriche e subito dopo le medie ho voluto perfezionare questa conoscenza, così ho deciso di specializzarmi sull’automazione industriale. Qualche giorno dopo aver terminato le superiori ho iniziato a lavorare presso la Pedrini spa di Carobbio Degli Angeli (Produzione macchinari lavorazione pietra) e tutt’ora, anche se vivo all’estero, collaboro con loro. Anzi devo ringraziarli, perché è grazie a loro che ho potuto viaggiare e conoscere tanti posti».